Menu

Domani è prevista pioggia: quante occasioni sprecate sulla rinaturalizzazione degli ambienti urbani

1 e 2 dicembre. Politecnico di Milano. L’occasione apparentemente era di quelle importanti: si trattava della conferenza europea sulla rinaturalizzazione degli ambienti urbani. L’obiettivo era fare il punto a livello europeo su obiettivi e metodi per gestire la coesione sociale e il cambiamento climatico attraverso strumenti di governance urbana. Erano presenti delegazioni di importanti università da tutto il continente, oltre ai responsabili delle diverse istituzioni europee legate a questi temi. La prima mattinata passa con una rassegna delle autorità: intervento dopo intervento, 15 minuti alla volta, vediamo sfilare ministri, alti delegati, assessori, vice-rettori e via discorrendo. I contenuti sono facilmente prevedibili: necessità di ricomporre la frattura tra la città occidentale e dimensione naturale; fretta di agire per arginare i cambiamenti…
Leggi tutto...

Genitori Liguria: lettera aperta al Prefetto "insostenibile l'allerta quotidiana, serve tutelare il territorio"

Al Prefetto di Genova, Fiamma Spena. Siamo mamme e papà di bambini iscritti a diverse scuole della provincia di Genova, quelle scuole che nell’ultimo mese sono state chiuse per un totale di sette giorni in occasione di allerta meteo. Siamo mamme e papà e siamo naturalmente preoccupati per l’incolumità dei nostri figli e per questo riteniamo importante che venga rispettato il principio di precauzione che li mette al riparo da possibili rischi e pericoli.
Leggi tutto...

Convertito in legge a colpi di fiducia il decreto Sblocca Italia. Un futuro nero per il bel paese

“La conversione in legge del Decreto Sporca Italia potrebbe rivelarsi una vittoria di Pirro per un Governo che solo grazie a due fiducie è riuscito ad imporre un provvedimento dal sapore da primo novecento, arretrato rispetto alle richieste e necessità del paese” è questo il commento della Campagna BLOCCA LO SBLOCCA ITALIA a cui hanno aderito e continuano ad aderire centinaia di comitati, associazioni e movimenti.
Leggi tutto...

Bari, Punta Perotti: respinta la richiesta di maxi-risarcimento dei Matarrese

Il Tribunale di Bari ha respinto la richiesta di risarcimento della famiglia Matarrese presentata per vie legali nel gennaio 2006 al Comune di Bari, alla Regione Puglia ed al MIBAC in seguito alla confisca dei terreni dove sorgeva il mega-abuso edilizio di Punta Perotti. La richiesta era volta a ottenere un risarcimento dei danni ammontante ad un totale di 570 milioni di euro. I palazzinari baresi erano già riusciti a strappare 49 milioni di euro attraverso la Corte europea dei Diritti dell'uomo di Strasburgo, ma in questo caso il Tribunale di Bari ha ritenuto che i danni per il mancato completamento dei palazzi non andassero riconosciuti poichè il profitto maturato sarebbe stato illegittimo.
Leggi tutto...

#stopbiocidio: 10 anni dal 29 agosto

Il 29 agosto 2004 è una data scolpita nella memoria di molti, acerrani e non: più di trentamila persone che manifestano compatte contro l’imposizione dell’inceneritore di Acerra e contro il sistema emergenziale di gestione dei rifiuti. Le proposte politiche, lo scatto di dignità di questi luoghi sono immagini che non si dimenticano. Non si dimenticano le cariche, i lacrimogeni. Non si dimenticano i retroscena scoperti di lì a poco che ancora una volta saldavano camorra, imprenditoria malsana, politica deviata e violenza. Non si dimentica una sconfitta. E brucia. Brucia ancora.
Leggi tutto...

Il Veneto sott'acqua: perché la tragedia di Refrontolo viene da lontano

La tragedia del paese di Refrontolo sta facendo parlare per l’ennesima volta di Veneto e di alluvioni. Come accade sempre più spesso, una forte pioggia nella regione ha causato la morte di diverse persone, l’isolamento di borghi e frazioni e notevoli danni economici. Si tratta ormai di una storia nota: il Veneto è in emergenza alluvione almeno una volta ogni due settimane da ottobre 2013, con continue esondazioni, frane, erosioni e allagamenti. Non si tratta certo di fenomeni tipici della regione; è vero che i cambiamenti climatici hanno portato piogge intensissime e trombe d’aria molto più forti e frequenti, ma le responsabilità dei veneti su tutto ciò, e sugli effetti di queste emergenze, sono notevoli. Innanzitutto partiamo dai cambiamenti climatici.…
Leggi tutto...

Salento: TAP non sarà sponsor degli eventi dell'estate. Un dietrofront tardivo?

Sono bastate 48 ore al movimento No TAP per “costringere” gli organizzatori di alcuni eventi estivi in programma nel Salento, che avrebbero dovuto avere come sponsor la joint-venture Trans Adriatic Pipeline, a fare dietrofront e a rinunciare a quei finanziamenti. Determinante, per quel che riguarda la festa di Sant'Oronzo a Lecce, la presa di posizione della Curia di Lecce prima e del sindaco del capoluogo salentino Perrone poi, mentre l'ultima manifestazione a desistere dall'intento di rinunciare allo sponsor TAP è stata Birra&Sound di Leverano (per un resoconto della vicenda, leggete qui).
Leggi tutto...

Salento: quest'estate la birra sa di TAP

Prima le polemiche sulla sponsorizzazione della festa dei Santi Pietro e Paolo di Galatina, poi quelle sulla campagna promozionale che avrebbe dovuto essere diretta da Alessandro Piva – regista barese di cult come LaCapaGira e Mio cognato - ora infine il tentativo di sponsorizzare “l'estate salentina” con ben 350mila euro: TAP Italia, la società che per il Belpaese gestisce gli interessi del Gasdotto Trans-Adriatico, la mega struttura che attraversando il Canale d'Otranto dovrebbe permettere l'afflusso di gas naturale proveniente dalle regioni del Caucaso, ci riprova e lancia una massiccia campagna perché, come spiega l'ad Giampaolo Russo, “la maggior parte dei salentini ancora non sa cosa sia Tap e il suo progetto”. I comitati che si oppongono alla costruzione del gasdotto…
Leggi tutto...

Tangentopoli in laguna: vacilla il «Sistema» veneto

Gianni Belloni, coordinatore dell'Osservatorio «Ambiente e legalità» di Venezia, fa il punto sul contesto in cui si situano gli arresti, avvenuti oggi, del sindaco di Venezia Giorgio Orsoni (Pd) e dell'assessore regionale alla mobilità del Veneto Renato Chisso (Forza Italia), a cui si aggiunge la richiesta di arresto del deputato di Forza Italia ed ex presidente della Regione Veneto Giancarlo Galan. Ecco a voi il Sistema. Non abbiamo letto le carte dell’inchiesta. Sappiamo che tutti gli inquisiti, compresi gli arrestati, sono innocenti fino a prova contraria. Ma possiamo lo stesso descrivere alcuni degli elementi costitutivi di questo Sistema e pure fornire qualche indicazione per uscirne. Maghi? No, semplicemente insieme a nutrite minoranze di questi territori in questi anni abbiamo studiato,…
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Categorie corsare

Rubriche corsare

Dai territori

Corsaro social

Archivio

Chi siamo

Il Corsaro.info è un sito indipendente di informazione alternativa e di movimento.

Ilcorsaro.info