Menu

Quale futuro per Università e Ricerca? L’alta formazione nel patto di governo Lega-M5S

Negli scorsi giorni le due forze politiche uscite vincitrici dalle elezioni politiche del 4 marzo, Lega e Movimento 5 Stelle, hanno siglato un “Contratto per il Governo del Cambiamento”, preludio alla formazione di un nuovo governo. Il “Contratto” prevede un intero capitolo dedicato a “Università e Ricerca”. L’agenda politica definita appare però piuttosto vaga e poco concreta nei suoi punti cruciali. Alcune delle proposte fanno addirittura temere che, su certi temi, il prossimo governo possa invece agire in una sostanziale linea di continuità con gli assetti attuali del sistema universitario.

Morire di valutazione, a Napoli e non solo

Testimonianze e riflessioni di una guerra condotta contro i soggetti deboli dell'Università e della ricerca Premetto di non essere un penalista, non mi occupo di diritto e non sono interessato ai profili penali. Proprio per questo ho impegnato molto tempo a scrivere questo articolo, e ho aspettato che il dibattito mediatico circa il suicidio di una studentessa a Napoli (specificatamente alla Federico II) si consumasse. Non mi interessa accusare l'istituzione o le sue figure di un singolo avvenimento, mi interessa semmai accusarle di tutto, ovvero rintracciare nelle scellerate politiche nazionali e locali degli ultimi 10 anni, nei movimenti del sistema produttivo, nelle pressioni del mondo industriale, ragioni e vincitori (ma soprattutto i vinti) di una guerra condotta contro la funzione…

Fare alternanza non è un'impresa

Tra ordinarie storie di sfruttamento, incidenti sul lavoro e progetti formativi farsa, si parla sempre più di alternanza scuola lavoro. Pubblichiamo di seguito la prima puntata di una riflessione dell'Unione degli Studenti, il sindacato studentesco.

Mibact: cosa c’è dietro al vuoto normativo. A rischio l’intero “pacchetto cultura”.

Pochi giorni orsono, in piena trance da campagna referendaria l’ormai ex Ministro Boschi, all’interno di un dibattito televisivo con Matteo Salvini, inseguendo il leader leghista sulla famosa e annosa vicenda della spending review, citava il tanto conclamato “taglio” delle Soprintendenze, opera portata a termine dal DM 44 23/01/2016, noto semplicemente come riforma Franceschini.

Vince il NO: Italiani popolo di ignoranti?

Nei giorni subito successivi alla vittoria del NO del 4 dicembre, così come dopo il Brexit inglese, è stato molto interessante, per non dire ridicolo, il dibattito che si è costruito sull’abolizione del suffragio universale per impedire il voto al “popolino ignorante”. Una provocazione di cattivo gusto? Forse. E’ necessario per noi chiarire che non legittimiamo l’intellettualismo contenuto in queste dichiarazioni, che non fanno altro che costruire una distanza tra chi, già destinato a far parte della classe dirigente fin dalla tenera età, ha frequentato le migliori scuole ed università (magari private) e chi oggi invece stenta ad acquistare i libri di testo o pagare le tasse universitarie. Per noi, le scelte del popolo e dei subalterni, restano sovrane senza…

Marrakech: non c’è solo la Cop22. Docenti in piazza per l’istruzione pubblica

La Cop22 di Marrakech è stata un’ottima occasione per il regime presieduto da Mohamed VI per lavorare sull’accrescimento del proprio consenso interno e sulla propria legittimità internazionale. Il Marocco è, infatti, rappresentato in ogni zona della conferenza come uno degli esempi più virtuosi in termini di investimento nella “transizione verde” e di golvernodel fenomeno dei cambiamenti climatici da parte dei paesi “in via di sviluppo”.La presenza dei capi di Stato e di alti rappresentanti della diplomazia internazionale hanno sicuramente contribuito ad agevolare e rafforzare la legittimità della monarchia marocchina indebolendo il ruolo di denuncia della repressione, delle nefande conseguenze delle misure neo-liberiste e la mancanza di rispetto dei diritti sociali del governo marocchino che con difficoltà le opposizioni sociali esistenti…
Sottoscrivi questo feed RSS

Categorie corsare

Rubriche corsare

Dai territori

Corsaro social

Archivio

Chi siamo

Il Corsaro.info è un sito indipendente di informazione alternativa e di movimento.

Ilcorsaro.info