Menu

Ostuni: crolla il soffitto di una scuola elementare

Questa mattina, durante l'orario scolastico, ad Ostuni è crollato il soffitto della scuola elementare Pessina, mentre nell'alberghiero Pertini di Brindisi ha avuto luogo un incendio doloso. A causa del crollo sono rimasti feriti due bambini e la loro maestra, che sono stati portati in ospedale. Riceviamo e pubblichiamo il comunicato dell'Unione degli Studenti sull'accaduto. 

Ad Amsterdam, rivolta contro l'università neoliberista

Fonte: ROAR Magazine. Traduzione: Link - Coordinamento universitario L’occupazione studentesca dell’Università di Amsterdam si rivolge ad una crisi sempre più profonda dell’educazione superiore, non solo in Olanda, ma in tutto il mondo. Per tre settimane, l’Università di Amsterdam (UvA) è stata scossa da un’ondata di proteste studentesche contro la neoliberalizzazione dell’educazione superiore e la mancanza di un controllo democratico sui processi decisionali interni. La settimana scorsa, docenti e ricercatori dell’uvA si sono uniti alla protesta, dichiarando la propria solidarietà agli studenti e minacciando ulteriori azioni se le loro richieste dovessero rimanere inascoltate. Con il Maagdenhuis, sede degli organi centrali, attualmente occupato dagli studenti, il consiglio direttivo è stato costretto in una posizione scomoda: adempirà alle richieste della comunità accademica per…

L’Altra Scuola: presentate alla Camera le proposte dell'Unione degli Studenti

Riceviamo dall'Unione degli Studenti e volentieri pubblichiamo. Martedì 10 marzo gli studenti dell'UdS hanno presentato, presso la sala stampa della Camera dei Deputati, "L’Altra Scuola: la L.I.P. e le scelte prioritarie per costruire una scuola giusta". All'iniziativa hanno preso parte parlamentari ed esponenti dei partiti e dei sindacati. Tra i vari hanno preso parola: Maurizio Landini (Segretario nazionale Fiom Cgil), Domenico Pantaleo (Segretario nazionale Flc Cgil), Nichi Vendola (Presidente nazionale di Sinistra Ecologià e Libertà), Maria Mussini (senatrice del gruppo misto), Andrea Ranieri (PD), Silvia Chimienti (deputata Movimento Cinque Stelle), Alessia Petraglia (senatrice Sinistra Ecologia e Libertà), Angela Nava (presidente Coordinamento Genitori Democratici), Stefano D'Errico (Segretario nazionale Unicobas), Marina Boscaino (comitato per la riproposizione della Legge d'Iniziativa Popolare per la…

Campania: dieci anni di diritti negati

Era il 7 febbraio 2005 quando entrava ufficialmente in vigore la legge regionale n.4 del 2005 sul diritto allo studio in Campania. A distanza di dieci anni l'Unione degli Studenti Campania denuncia con forza l'immobilismo della Regione. Zero euro questa è la cifra che investe la Campania nel diritto allo studio universitario, stessa cifra investita dalla legge regionale. Il paradosso di avere una delle "leggi regionali sul diritto allo studio più avanzate nel Paese", una legge nata nelle piazze e nelle scuole e imposta alla politica, spesso sorda ai bisogni dei cittadini, che all'epoca sosteneva pubblicamente "è inutile approvare una legge per gli studenti delle scuole superiori che non possono neppure votarci!". Quella legge proposta dall'Uds Campania fu frutto della…

12 marzo: gli studenti tornano in piazza

"Non un passo indietro". Con questo slogan l'Unione degli Studenti annuncia l'intenzione di tornare nelle piazze del Paese il 12 marzo con cortei, assemblee e occupazioni per rilanciare le lotte contro le politiche del Governo, in primis la Buona Scuola, che hanno animato le piazze autunnali. Nel mirino principalmente i dispositivi legislativi che il Governo presenterà a fine febbraio per tradurre in iniziativa legislativa il progetto di riforma della scuola: un decreto legge e una legge delega e un terzo dispositivo dedicato agli studenti. 

Quell'attacco ignobile a Francesco Caruso

Sul Corsera è stato pubblicato un commento di Aldo Grasso molto duro contro un insegnamento affidato a Francesco Caruso, storico esponente della rete del sud ribelle. Un attacco gravissimo su cui sta circolando anche un appello interno al mondo accademico.

La denuncia di Link - coordinamento universitario sul decreto del governo

Università, decreto ISEE: confusione, più tasse e meno servizi agevolati

Il decreto ISEE in vigore dall'inizio di dicembre doveva servire ad aumentare i controlli sul reddito effettivo di chi richiede un servizio agevolato, ma ha portato confusione, un ingiusto aumento delle tasse universitarie per alcuni studenti e una riduzione della platea di coloro che fruiscono di servizi agevolati. Riportiamo di seguito il comunicato di Link - Coordinamento Universitario che denuncia la situazione e ne illustra in dettaglio le ragioni. Emergono altre notizie negative rispetto al nuovo modello di calcolo dell’Isee, rese note dalla Consulta dei Centri di Assistenza Fiscale. L’allarme lanciato dai Caf è preoccupante: è prevista una riduzione della platea di coloro che usufruiscono di servizi e prestazioni agevolate addirittura del 20%; tra i servizi a rischio le agevolazioni…

La Corte dei Conti blocca il Decreto FFO 2014: gli atenei col fiato sospeso

Il Decreto FFO 2014 (il fondo di finanziamento ordinario degli atenei) è stato bloccato dalla Corte dei Conti per "mancanza di una copertura importante".Circola con insistenza l'indiscrezione secondo cui la Corte dei Conti, a seguito di un confronto con la Ragioneria Generale dello Stato, avrebbe espresso molte perplessità sull'impianto generale del decreto in relazione alle risorse preventivate.
Sottoscrivi questo feed RSS

Categorie corsare

Rubriche corsare

Dai territori

Corsaro social

Archivio

Chi siamo

Il Corsaro.info è un sito indipendente di informazione alternativa e di movimento.

Ilcorsaro.info