Menu

saperi - il Corsaro.info

Curami! O del conseguimento della felicità in accademia

“[...] I am firmly of the conviction that the psychological brutality of the post-doctoral system played a strong underlying role in Francis’ death. [...]”. Così scriveva Oliver Rostan in un articolo apparso su Europhysical Journal C qualche anno fa, dedicandolo al suo collega ed amico Francis Dolan, morto suicida qualche tempo prima. Per questa annotazione finale, il paper fu rifiutato da due riviste e provocò un certo dibattito all’interno della comunità scientifica.

Non si parla molto di salute mentale nelle facoltà e nei centri di ricerca in cui lavoriamo e studiamo. Eppure, per rompere il ghiaccio e far emergere una vera e propria epidemia di ansia e depressione, basta davvero pochissimo. Sono discorsi che rimangono nel recinto dei dialoghi privati: una parola davanti alla macchinetta automatica del caffè, spesso soffocata dalla paura di mostrarsi deboli. E dopo quelle parole iniziali e uno scambio sommario delle rispettive esperienze, spesso fatte di ipocondria e vertigini, in qualche modo ci si sente meglio. Ci si sente meglio perché si realizza allora che non si è i soli ad affrontare l’ansia e la miriade di somatizzazioni che ne conseguono. E ci si sente peggio, perché quel brivido nella schiena ci segnala che quell’ansia che si pensava di aver finalmente superato è ancora lì. Non si è i soli, ma si è comunque soli.

Sottoscrivi questo feed RSS

Categorie corsare

Rubriche corsare

Dai territori

Corsaro social

Archivio

Chi siamo

Il Corsaro.info è un sito indipendente di informazione alternativa e di movimento.

Ilcorsaro.info