Menu

Ilva di Taranto, il gip decide per il sequestro

Sotto sequestro senza facoltà d'uso le cockerie e i parchi minerari: è questa la decisione del gip Patrizia Todisco a seguito dell'inchiesta per disastro ambientale a carico dei vertici Ilva. Lo ha riferito a Reuters una fonte a conoscenza del dossier, precisando che cinque tra dirigenti ed ex dirigenti dell'Ilva sarebbero stati posti agli arresti domiciliari.
Leggi tutto...

Ilva, si dimette anche Nicola Riva

È di pochi minuti fa il comunicato ufficiale con cui Nicola Riva si dimette da Presidente del Consiglio di Amminstrazione dell'Ilva. ''Le dimissioni – sottolinea l'azienda nel comunicato – sono state accettate dal Consiglio che ha ringraziato il ragionier Nicola Riva per l'attività svolta e ha cooptato il dott. Bruno Ferrante, il quale ha contestualmente assunto la carica di presidente con i relativi poteri''. Pochi giorni fa si era dimesso anche Luigi Capogrosso, da 15 anni direttore dello stabilimento di Taranto e già condannato con Emilio Riva nel 2008 dalla sezione distaccata di Taranto della Corte d'appello di Lecce per getto pericoloso di cose, danneggiamento aggravato e omissione dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro. Luigi Capogrosso e Nicola…
Leggi tutto...

Maestri, Messner e il compressore

Qual è la storia del Cerro Torres? Una storia di Maestri, di un compressore, di Messner, di un fungo di ghiaccio, di chiodatura e di schiodatura, di Kruk e di Kennedy.Piccolo compendio di storia e filosofia dell'alpinismo per chi visita il 60° Trento Film Festival, e anche per gli altri.
Leggi tutto...

Storie di montagna: film e tunnel

Il Trento Film Festival compie 60 anni. Inaugurata il 26 aprile la rassegna di film sulla, della, attorno la montagna durerà fino al 6 maggio, con molti eventi laterali. Fuori programma, ma appieno dentro lo spirito dell'alpinismo, l'attività di sensibilizzazione degli attivisti No-Tav Keine BBT contro la trasformazione delle montagne in cantieri e la loro permanente deturpazione.
Leggi tutto...

Eternit alle 13,15 una sentenza storica

Si aprono i cancelli del palazzo di giustizia di Torino alle 8:30 di questa mattina. Ad aspettare fuori un numero considerevole di delegazioni da tutto il mondo (più di 160), numerose parti civili (più di 6000) che attendono una sentenza che nemmeno il magistrato esita a definire storica. Il celeberrimo processo Eternit. Fuori dai cancelli un presidio corposo, nonostante il freddo, convocato dall'associazione: Voci della memoria di Casale Monferrato. Sui cancelli striscioni e foto delle vittime. Partecipa al sit-in anche un gazebo in cui l'associazione Terra del Fuoco e gli Studenti Indipendenti offrono bevande calde, per le temperature molto rigide, mentre al microfono si alternano molte voci in attesa della decisione della corte. Insieme a loro Ex operai della Thyssenkrupp,…
Leggi tutto...

Banditi del clima: no alla criminalizzazione degli attivisti

Lo scorso 6 dicembre il responsabile di Greenpeace della campagna Energia e Clima, Salvatore Barbera, è stato bandito da Roma per due anni con un foglio di via obbligatorio emanato dalla Questura di Roma. Il suo crimine? "Aver partecipato a una protesta pacifica in difesa del clima, davanti a Palazzo Chigi, per chiedere al Governo di impegnarsi contro i cambiamenti climatici."
Leggi tutto...

I movimenti per l'acqua irrompono al Ministero dell'Economia

A poche ore dalla manifestazione prevista per le 16 davanti a Montecitorio un gruppo di manifestanti aderenti al Forum per l'acqua è entrato nel cortile del Ministero dell'Economia attraverso l'ingresso riservato alle auto e sorprendendo tutti i controlli, e ha manifestato con megafoni e striscioni prima di essere sgomberati dalla Guardia di Finanza.
Leggi tutto...

C'era una volta il trasporto pubblico locale

Sempre meno risorse per il trasporto pubblico, soprattutto per quello locale, con il rischio concreto che il diritto alla mobilità dei cittadini, costituzionalmente riconosciuto, venga gravemente compromesso: anche la manovra del governo Monti sembra andare in questa direzione, a meno che nel vertice di domani i Presidenti delle Regioni non riescano a strappare un considerevole sconto sui tagli. L’articolo 30 del decreto Monti prevede infatti per il 2012 un finanziamento complessivo di 1,2 miliardi di euro da dividere tra tutte le venti Regioni, ma il fabbisogno complessivo stimato è di almeno 2 miliardi.
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Categorie corsare

Rubriche corsare

Dai territori

Corsaro social

Archivio

Chi siamo

Il Corsaro.info è un sito indipendente di informazione alternativa e di movimento.

Ilcorsaro.info