Menu

Aaron Swartz: pagare con la vita la lotta per i saperi liberi

Aaron Swartz è stato trovato morto nel suo appartamento di New York venerdì 11 gennaio, a seguito di quello che pare un suicidio. Aveva 26 anni e rischiava una condanna a 35 anni di carcere per aver intasato la rete del MIT mentre scaricava milioni di articoli scientifici in un colpo solo, per poi condividerli. Attivista per i diritti e le libertà civili e hacker, a soli 14 anni Swartz aveva collaborato alla creazione dell’RSS – il formato standard di condivisione di notizie utilizzato da tutto il web – ma aveva anche contribuito alla nascita del sito di social news Reddit e delle licenze Creative Commons (nella foto, Swartz a 15 anni con il fondatore di Creative Commons Lawrence Lessig…

Sono oltre cinquemila i siti censurati in Italia

"cen|sù|ra, s.f.: controllo esercitato da un'autorità civile o religiosa su pubblicazioni, spettacoli, mezzi di informazione, per adeguarli ai principi della legge, di una religione o di una dottrina morale." si apre con una definizione del termine censura il blog dell'Osservatorio Censura che raccoglie in modo scientifico tutti i dati sulla censura sul web nel nostro Paese. Si tratta di un fenomeno spesso sottovalutato, ma in continua crescita.

A qualcuno piace Giuliani

A maggio il signor Giampaolo Giuliani, già noto per le sue dichiarazioni dopo il terremoto de L'Aquila nel 2009, afferma che "la Calabria è a rischio [sismico]". Ora i media ripropongono la banale ed imprecisa affermazione come fosse profezia. In Italia ritorna la voglia di medioevo. Che la Calabria sia zona altamente sismica, è scritto in ogni manuale di geografia delle scuole medie. Ma non basta: occorre il panico, l'allarme, l'emozione. Quindi, una affermazione banale, che avrebbe potuto fornire qualsiasi scolaretto delle medie, diventa profezia, previsione, Scienza con la s maiuscola (non come quella degli altri ignavi). Occorre rileggerla, la banalità, per comprenderne la portata.

L'Europa è pronta a bocciare Google sulla privacy

Sta per concludersi il lavoro della CNIL (Commission Nationale de l’Informatique et des Libertés), la commissione francese che cura per conto dell'Europa i rapporti con Google in merito alla gestione della privacy: domani la commissione terrà una conferenza stampa nella quale, secondo voci autorevoli, si denuncerà Google per non aver informato correttamente i suoi utenti dei forti cambiamenti nella gestione dei dati personali. Fra le voci più autorevoli a sostenere questo c'è il Guardian, che già aveva anticipato il parere negativo della società francese per Bruxelles del caso Google. Secondo la commissione, considerata fra le più aggressive tra quelle che si occupano di protezione di dati personali, con la grossa concentrazione di documenti sulla privacy prodotta lo scorso marzo Google…

Paul Wilmott: lo 'special QUANT' e la crisi scientifica della finanza

[Oltre a essere un contributo appassionato, questo post è anche un'interessata promozione degli eventi di Festivaletteratura cui partecipa Paul Wilmott, Mantova 4-9 settembre 2012.]Questo articolo trae spunto da alcuni post sui blog ospitati da Il Fatto Quotidiano (qui e qui) sul ruolo di matematici e fisici nella crisi dei mutui subprime e sull'attuale stato della disastroso finanza, il cui ruolo nell'attuale crisi è evidente pur essendo ancora difficilmente decifrabile. Una tematica peraltro piuttosto sviluppata sulla stampa anglosassone.

Legge 40 ed eugenetica, ignoranza e ideologia

     I difensori della legge 40, sedicenti "pro life", affermano che la sentenza della corte europea è una sentenza eugenetica. Più cautamente il governo accampa, per giustificare il ricorso contro tale sentenza, motivi di ordine legislativo - l'aver scavalcato i nostri giudici. A noi, candidamente, sembra che la sentenza sia laica.

Prodam, l'italico genio e le malevoci

Riccardo Prodam dice di avere inventato un modello matematico che gli permette di leggere la mente. Lo racconta in televisione, sui giornali, su youtube, davanti ai giornalisti e davanti ai suoi famigliari. Ciò che stupisce è che nessun, ad ora, abbia avuto la curiosità, o la bontà, di chiedergli: Riccardo, ma cosa stai dicendo? Spiegaci meglio, argomentaci, mostraci i numeri, gli studi, le prove.
Sottoscrivi questo feed RSS

Categorie corsare

Rubriche corsare

Dai territori

Corsaro social

Archivio

Chi siamo

Il Corsaro.info è un sito indipendente di informazione alternativa e di movimento.

Ilcorsaro.info