Menu
GVDR

GVDR

Software libero: GNOME resiste a Groupon

Groupon si sta appropriando, con un colpo di mano legale, del marchio di GNOME. La comunità del software libero cerca di proteggere la storica fondazione.

La GNOME Foundation, infatti, non è una sconosciuta azienda di internet, ma uno dei nomi storici dell'open source. Chi usa Linux da 17 anni conosce bene questo nome, che ha come scopo offrire agli utenti una alternativa open source.

Gay è naturale. Sull'ideologia del bigottismo

I rapporti omosessuali sono naturali, come sono naturali i rapporti eterosessuali, la masturbazione, la mitosi e la meiosi in tutte le sue forme più splendide e disparate. Sono naturali i transgender, i polisessuati, gli asessuati, gli ibridi e le chimere.

Piccolo Uovo non piace a piccoli cervelli

Un libro per bambini: protagonista Piccolo Uovo e la sua famiglia fatta di due papà col cappello a cilindro. Nasce da una collaborazione di Francesca Pardi e Altan. Forza Nuova ne chiede il rogo, il PDL rincara la dose. Mentre la crociata si prepara, IlCorsaro dice no alla censura e all'omofobia.

Ichino figlia di Ichino e l'invasata precaria senza nome

LibriDurante una assemblea del PD qualche giorno fa, una precaria si è posta dal palco la domanda di come sia possibile che Giulia Ichino, figlia del giuslavorista Pietro, sia stata assunta a 23 anni alla Mondadori.

"Io mi sono stufata di vedere mogli di, figli di, fratelli di in posti che non competono. [...] Pietro Ichino, che è passato a Monti, ha una figlia: Giulia Ichino. Giulia Ichino a 23 anni ha avuto un ruolo nella Mondadori come Redattore Interno. È Editor di narrativa italiana. 23 anni.".

Le parole sono imprecise: Giulia Ichino è stata assunta per un anno come correttrice di bozze, per diventare poi text editor a 24 ed editor della narrativa italiana più recentemente. Le risposte sono state immediate.

Camillo Langone: teoria e applicazioni dell'estremista di maggioranza

IncendioA leggere certi articoli surreali di certi giornalisti (ne prenderemo uno ad esempio) la domanda che occorre farsi è "cui prodest?". A chi serve, e come si utilizza, l'invasato di regime? Perché trova spazio nei media? Perché viene ritenuto "intelligente" o "colto", in automatico, senza verificarne le credenziali? Qual è l'effetto che questo fenomeno produce?

Per "invasato di regime" intendo quel giornalista, opinionista o presunto esperto che, fatte sue le tesi della maggioranza benpensante, le gonfia all'estremo. Da opinioni un po' meschine che albergano nella pancia dei benpensanti, l'invasato di regime giunge a tesi violentemente reazionarie.

Oscilla fra le provocazioni stupide e le mere stupidate: "Bisogna togliere i libri alle donne perché tornino a fare figli". In un paese in cui le donne sono fortemente emarginate, in cui il femminicidio è emergenza, in cui l'expremier se ne va in giro a fare battute da vecchietto infoiato e maleducato, un'affermazione del genere solletica e rassicura il maschilismo tacito dei benpensanti.

Sottoscrivi questo feed RSS

Categorie corsare

Rubriche corsare

Dai territori

Corsaro social

Archivio

Chi siamo

Il Corsaro.info è un sito indipendente di informazione alternativa e di movimento.

Ilcorsaro.info