Menu

Mesagne: incendio distrugge 6 ettari di grano affidati alla Coop di Libera Terra Puglia

Un incendio verificatosi nella giornata di ieri ha distrutto sette ettari di grano in Contrada Canali a Mesagne in provincia di Brindisi, confiscati alla Sacra Corona Unita e affidati alla Cooperativa Terre di Puglia Libera Terra. I giovani della cooperativa, dopo il sopralluogo tecnico, hanno presentato una denuncia contro ignoti alla locale compagnia dei Carabinieri. I terreni seminati a grano affidati alla cooperativa Libera Terra Puglia sono due: il primo di circa sei ettari e il secondo di circa quattro ettari. A prendere fuoco è stato il primo appezzamento, quello più grande, dove erano stati stimati non meno di 200 quintali di grano che doveva esser trebbiato tra qualche giorno per produrre i i taralli a marchio "Libera Terra". Adiacente…

Catania: Bruciato agrumeto confiscato alla Mafia

L'ennesimo atto vile e mafioso, l'ennesimo attentato a chi prova a cambiare le cose sporcandosi le mani, costruendo sui territori comunità alternative a quelle mafiose, ponendo il lavoro al centro di un nuovo percorso di dignità e riscatto. Sono stati distrutti da un incendio 2000 piante di arance e 100 di ulivo, un patrimonio incalcolabile gestito dalla coop. intitolata a Beppe Montana, commissario della squadra mobile di Palermo assassinato da Cosa Nostra il 28 Luglio 1985. La cooperativa, aderente al circuito di Libera Terra, è nata nel 2010 selezionando tramite bando pubblico giovani cooperatori con l'obiettivo di riutilizzare socialmente circa sedici fertilissimi ettari che in pochi mesi hanno dato vita a gustosissime marmellate di arance rosse siciliane. Il bene fu…

Placido Rizzotto: la sua storia

Placido Rizzotto aveva trentaquattro anni quando è stato ammazzato. Era il 10 marzo del 1948 quando misteriosamente si persero le sue tracce. I suoi resti sono stati ritrovati il 7 settembre 2009 e soltanto sessant’anni dopo il suo assassinio, il 9 marzo 2012, in seguito all’esame di confronto del DNA con quello del padre, morto da tempo e riesumato per questo, si è dato un corpo, e forse una memoria dignitosa, ad una morte che l’Italia dimentica troppo spesso.

Strage di Capaci: l'edizione straordinaria del TG1

Per molti il video dell'edizione straordinaria del TG1 è il primo ricordo di quel che successe in quella tragica giornata, il 23 maggio 1992, sul tratto di autostrada nei pressi dello svincolo di Capaci. Nell'attentato, di cui oggi ricorre l'anniversario, morirono il Giudice Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e i tre agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro.

Bliz in Campania: arrestate 15 nuove leve dei Casalesi

È in corso questa mattina un blitz da parte dei Carabinieri di Caserta, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli, che ha come obbiettivo all'esecuzione di 15 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di esponenti del clan dei Casalesi per molti reati, tra i quali: associazione di stampo camorristico, estorsione e ricettazione. In una nota i carabinieri dichiarano: "Le indagini hanno permesso di accertare che il clan dei Casalesi, oltre al sostentamento finanziario e legale degli affiliati arrestati, è in grado, nonostante l' assidua e costante azione di contrasto con numerosi arresti e sequestri patrimoniali, di colmare i vuoti operativi venutisi a creare con il rapido reperimento e impiego di nuove leve". L'inchiesta della direzione distrettuale antimafia di Napoli si…

Strage di Brindisi: un precedente in Campania?

Mentre gli inquirenti proseguono le indagini sulla strage di Brindisi, dando per il momento come "poco probabile" la pista mafiosa e analizzando un video dell'attentatore mentre fa esplodere la bomba tramite un telecomando, gira un rete una notizia inquietante: un ordigno simile, privo di innesco, è stato trovato qualche giorno fa di fronte a una scuola di Castel Volturno (Caserta).

Non si può morire entrando a scuola - appello alla mobilitazione

Contro la violenza e il terrorismo gli studenti invitano a reagire con un appello alla mobilitazione sottoscritto da numerosissime realtà del sociale, dal sindacato, a Libera, passando per l'Arci. Pubblichiamo l'appello. Qui l'elenco delle mobilitazioni di oggi. La violenza cieca e criminale del terrorismo ha colpito ancora. Colpisce vittime innocenti, ragazzi, studenti nella loro scuola, presidio di legalità e spazio di giustizie e libertà, luogo in cui dovrebbe nascere la speranza di un futuro migliore, e che invece oggi è stato teatro di una orribile tragedia.
Sottoscrivi questo feed RSS

Categorie corsare

Rubriche corsare

Dai territori

Corsaro social

Archivio

Chi siamo

Il Corsaro.info è un sito indipendente di informazione alternativa e di movimento.

Ilcorsaro.info