Menu

Deprecated: Non-static method JSite::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/ulpeyygx/domains/ilcorsaro.info/public_html/templates/gk_news/lib/framework/helper.layout.php on line 181

Deprecated: Non-static method JApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/ulpeyygx/domains/ilcorsaro.info/public_html/includes/application.php on line 536

Uruguay: approvato matrimonio gay alla camera, ora manca il senato

Uruguay: approvato matrimonio gay alla camera, ora manca il senato

Cinquatasei minuti dopo la mezzanotte di mercoledi 12 dicembre, il Parlamento uruguaiano ha approvato a larghissima maggioranza il matrimonio tra persone dello stesso sesso. Il testo e' stato approvato dalla Camera dopo otto ore di dibattito con 81 voti a favore su 87. Hanno votato contro i sei "bianchi" del Partido Nacional de Ururguay: Gerardo Amarilla, Gustavo Borsari, Pablo Abdala, Luis Lacalle Pou, José Luis Núñez e Martín Elgue. Ora la discussione passa al Senato. 

Presentata dal Frente Amplio del presidente Jose' Mujica, la legge modifica il Codice civile uruguaiano prevedendo cosi che "eterosessuali, homosessuali, lesbiche e transessuali hanno diritto a contrarre un matrimonio monogamo" e enfatizza la trasformazione della "famiglia come istituzione". 
"Questa non e' una legge sul matrimonio omosessuale" ha dichiarato il deputato socialista Julio Bango, uno degli autori del testo. "Questa e' una misura per rendere l'istituzione del matrimonio uguale per tutti a prescindere dal sesso della coppia".

Il dibattito parlamentare si e' concentrato soprattutto sull'articolo 14 della legge (che modifica l'articolo 214 del Codice civile). Il testo originale prevedeva infatti il divieto di per i figli di conoscere l'identita' dei genitori biologici. 
Viste le critiche da ambo le parti sulla costituzionalita' dell'articolo il Frente Amplio ha accettato le modifiche togliendo il divieto che pero' rimane per i figli concepiti tramite fecondazione assistita.

L'Uruguay e' stato il primo paese latino americano a riconoscere, a livello nazionale, le coppie dello stesso sesso. In virtu' della legge 18.246, Unión Concubinaria, firmata dal presidente Tabaré Vázquez il 19 dicembre 2007 ed entrata in vigore il 1 gennaio successivo, potevano firmare un registro quelle coppie, dello stesso sesso o di sesso diverso, che convivevano ininterrottamente da almeno cinque anni.
Il piccolo paese sudamericano e' stato anche il primo dell'America Latina ad aver riconosciuto l'adozione congiunta per le coppie dello stesso sesso. La legge fu approvata nel 2009 a larghissima maggioranza sia alla Camera, con 40 voti favorevoli e 13 contrari, sia al Senato, con 17 Sí e 6 No.

Se anche il Senato approvera' la legge, l'Ururguay diventera' il secondo Paese del Sud America, dopo l'Argentina, a riconoscere il matrimonio tra persone dello stesso sesso. In Messico, dal 2009, le coppie gay e lesbiche possono sposarsi sono nel distretto federale di Citta' del Messico.

 

da: queerpost.it

Ultima modifica ilLunedì, 21 Ottobre 2013 17:59
Torna in alto

Categorie corsare

Rubriche corsare

Dai territori

Corsaro social

Archivio

Chi siamo

Il Corsaro.info è un sito indipendente di informazione alternativa e di movimento.

Ilcorsaro.info