Menu

Dopo le mobilitazioni del 12 ottobre incontro tra gli studenti e Di Maio

Dopo le mobilitazioni del 12 ottobre incontro tra gli studenti e Di Maio

A seguito dei cortei del 12 ottobre Rete della Conoscenza, Uds e Link ottengono un incontro con il ministro Di Maio. Mentre Bussetti dichiara che non servono ulteriori fondi all’istruzione, gli studenti in stato di agitazione permanente rivendicano il ritorno ai livelli di finanziamento precedenti alla riforma Gelmini.

Appuntamento oggi alle ore 14 presso il MISE in via Vittorio Veneto 33. L'incontro sarà in streaming.

Giacomo Cossu, Coordinatore nazionale di Rete della Conoscenza, dichiara: - “Oggi diremo a Di Maio che nella Legge di Stabilità 2019 vanno aumentati gli investimenti in istruzione. Noi studenti siamo costretti a pagare costi inaccettabili per studiare. Inoltre a causa dei tagli della riforma Gelmini che nessun Governo degli ultimi dieci anni ha cancellato, ci troviamo in scuole e università che non hanno le risorse per garantire la qualità della formazione. Noi proponiamo di tagliare i sussidi statali dannosi per l’ambiente ed aumentare le tasse sulla speculazione finanziaria per restituire al sistema formativo e agli  studenti le risorse tagliate negli ultimi 10 anni. Siamo in stato di agitazione permanente e torneremo in piazza in tutta Italia il 16 novembre se nella manovra non verranno inserite le nostre proposte”.

Giulia Biazzo, Coordinatrice di Unione degli Studenti - “Oggi proporremo al Ministro il superamento Legge 107 e riformare l’alternanza scuola-lavoro. E’ necessaria l’approvazione del Codice Etico degli studenti per la totale gratuità dei percorsi e per lo sfruttamento, per l’abolizione delle ore obbligatorie e per riqualificare la didattica: che sia istruzione integrata e che si investa per renderla gratuita e di qualità! Quello che è accaduto nelle scuole elementari di Lodi dimostra che entrare nelle nostre scuole è un privilegio: vogliamo subito una legge nazionale sul diritto allo studio che definisca i livelli essenziali delle prestazioni. A chi parla di daspo e polizia nelle scuole rivolgiamo le parole più dure: si ritiri il progetto “scuole sicure” per investire sulla messa in sicurezza delle scuole!”

Alessio Bottalico, Coordinatore nazionale Link Coordinamento universitario: - “Oggi in seguito alla consultazione nazionale studentesca svolta in tutta Italia, vogliamo riportare a Di Maio quali sono i problemi vissuti dagli studenti: la mancanza di posti all’interno delle residenze universitarie, l’insufficienza delle borse di studio che arrivano con enorme ritardo, tasse universitarie ed affitti troppo elevati. E’ più urgente che mai un rifinanziamento del diritto allo studio e l’innalzamento della no tax area verso un’Università che sia realmente gratuita ed accessibile a tutte e tutti: vi è la necessità di una legge sul diritto allo studio, già elaborata dagli studenti. Inoltre, è necessario dare seguito a quanto detto nelle scorse settimane: abolire il numero chiuso, attraverso un maggior finanziamento per le Università e per le borse di specializzazione.”

 

Torna in alto

Categorie corsare

Rubriche corsare

Dai territori

Corsaro social

Archivio

Chi siamo

Il Corsaro.info è un sito indipendente di informazione alternativa e di movimento.

Ilcorsaro.info