Menu

Fiumana al via la festa Fiom di Torino

È iniziata in questi giorni Fiumana, la festa della Fiom di Torino, in collaborazione con altre associazioni e organizzazioni, che quest'anno si svolge dal 5 al 15 settembre ai Giardini Ginzuburg, in pieno centro città. Fiumana, ormai alla terza edizione, è un luogo di confronto che prova a interconnettere generazione differenti e parla di democrazia, lavoro, reddito in una città che si richiude in se stessa e che si dimentica della sua storia e troppo spesso non vuole guardare il suo presente.

Università, la 'controriforma' delle tasse parte da Torino

torinodsu

Dopo una dura battaglia ed un lungo lavoro di sintesi per giungere ad una soluzione equilibrata, l’Università di Torino, nel luglio scorso, ha approvato un nuovo modello di tassazione studentesca, esclusivamente basato sulla progressività e direttamente proporzionale all’ISEE. La proposta dei rappresentanti di SI – Studenti Indipendenti, accolta in Senato Accademico, sta avendo la sua eco in questi giorni, rilanciata da un articolo del Corriere della Sera e dai giornali radio della Rai di venerdì 14 settembre.

Piemonte: Cota contro il diritto allo studio, complice Grillo

Roberto Cota

La Commissione cultura della Regione Piemonte, riunita nella seduta di oggi, 23 maggio, ha approvato un provvedimento che nega a 4000 studenti il diritto allo borsa di studio per il prossimo anno. Secondo i criteri del nuovo bando regionale – che la Lega si è affrettata a definire “rivoluzione meritocratica” –  dall'anno accademico 2012/2013, infatti, per ottenere la borsa di studio in Piemonte sarà necessario anche conseguire la media di 25/30 e non solo un numero adeguato di esami. A votare il provvedimento sono state Lega, Udc e Pdl – che ha avuto anche spaccature al proprio interno su questa votazione – approfittando dell’astensione del Movimento 5 Stelle. Il movimento di Beppe Grillo in una nota ha motivato la propria astensione sostenendo che "vista la differente difficoltà dei singoli corsi, riteniamo che sarebbe stato più meritocratico individuare una media per ogni singola facoltà", criticando i tagli, ma limitandosi ad una contestazione dell'attuazione della norma e non dell'idea in sé.

Torino, studenti cacciati dall'inaugurazione. E la ministra Fornero diserta l'incontro con loro

"Ascoltate, non applaudite", disse ai deputati Mario Monti lo scorso 17 novembre, durante il suo primo discorso alla Camera. Un suggerimento che il presidente del consiglio dovrebbe estendere anche ai suoi ministri, che sembrano trovarsi a proprio agio solo di fronte all'approvazione unanime, per rispondere con il silenzio imbarazzato e la repressione violenta al minimo accenno di critica. È successo oggi a Torino, durante l'inaugurazione dell'anno accademico: i rappresentanti degli studenti, democraticamente eletti, che hanno osato alzare dei cartelli dai contenuti tutt'altro che minacciosi, sono stati cacciati dall'aula con la forza. E la ministra Fornero, che ha assistito alla scena, ha prima invitato gli studenti a incontrarla in privato, per poi disertare il confronto e andarsene alla chetichella.

EDISU Piemonte: come ti distruggo un ente pubblico

Il 10 Gennaio il Consiglio di Amministrazione di EDISU (Ente per il Diritto allo Studio) Piemonte ha ufficializzato l'impossibilità di approvare un bilancio. Verrà gestito in maniera eccezionale – cioè pagando spese, fatture e stipendi – approvando il bilancio del mese ogni 30 giorni. Praticamente è un auto-commissariamento nell'impossibilità di erogare le borse di studio.

EDISU Piemonte: 7000 borsisti a spasso

E' notizia di ieri che 7000 borsisti "idonei" sono rimasti senza borsa di studio, circa il 70% degli aventi diritto. Sino all'anno scorso il Piemonte era una delle poche regioni italiane in grado di garantire il 100% delle borse di studio a tutti gli studenti giudicati idonei a riceverla. Era un motivo di vanto per le amministrazioni locali (ormai in Italia l'applicazione dei diritti – per di più costituzionali – è l'eccezione rispetto alla regola), tanto da farne uno spunto per la costruzione di discorsi fondati sulla riconversione economica: la campagna comunale di Piero Fassino alle ultime elezioni si è fondata - tra le altre cose - sul passaggio da una Torino grigia, fordista e disoccupata ad una fantomatica “città della conoscenza”, ricca di università e opportunità per i giovani.

Tra arresti e passeggiate notturne: i NoTav non si fermano

vignetta Biani NoTav femminicidioLa protesta notav continua. Dopo le perquisizioni e le accuse diterrorismo nei confronti di alcuni manifestanti che hanno partecipato alla protesta notturna del 18 luglio scorso, ora si apre una fase nuova nel cantiere di Chiomonte. 
In questi giorni infatti è stata trasportata (con l'uso di camion speciali e la parziale chiusura dell'autostrada A32) la talpa per continuare lo scavo del tunnel geognostico della Maddalena (si deve ricordare che questo tunnel sarà usato come uscita di sicurezza del tunnel principale). C'è da notare che la stessa LTF (società incaricata della realizzazione della linea Torino-Lione) qualche anno fa abbia dichiarato che l'ipotesi di scavo in quel punto della valle sia svantaggiosa sia dal punto di vista tecnico, sia dal punto di vista della sicurezza sul lavoro.

Sottoscrivi questo feed RSS

Categorie corsare

Rubriche corsare

Dai territori

Corsaro social

Archivio

Chi siamo

Il Corsaro.info è un sito indipendente di informazione alternativa e di movimento.

Ilcorsaro.info