Menu

Festival corsaro: un successo per ripartire

Festival corsaro: un successo per ripartire

Oltre 500 persone persone hanno preso parte alle tre giornate del festival "Mappe del nuovo mondo", animando 7 laboratori di discussione, 3 dibattiti, diversi speaker corner, due dj set con Radio Stasi e Bebo de Lo Stato Sociale. 

Abbiamo costruito, con tanta voglia di ascoltare e capire, una ricca 3 giorni funzionale ad avere un punto di vista corsaro sul nuovo mondo che sta emergendo dopo un decennio di impoverimento, frammentazione del tessuto sociale e inasprimento delle ingiustizie. Un mondo che, in assenza di una proposta e una visione di lungo termine radicalmente alternativa e in contrapposIzione ai poteri forti che hanno causato la crisi, si sposta in maniera preoccupante verso proposte regressive, autoritarie e razziste. 

Con spirito costruttivo daremo il nostro contributo alla costruzione di un'alternativa popolare e democratica che dichiari guerra alle ingiustizie, per conquistare diritti e ridistribuire ricchezza e potere. Lo faremo facendo innanzitutto informazione partigiana, dalla parte delle lotte e delle soggettività che resistono, per raccontare tutto il bello e il giusto che si muove molto spesso fuori dalla narrazione dei grandi media. E poi con l'approfondimento, lo studio dei problemi e delle soluzioni con tutti coloro che vorranno mettersi in gioco. Infine, mediante il sostegno attivo di tutte le scintille che speriamo possano incendiare le praterie della rassegnazione, attivando una grande opposizione sociale a questo governo che si appresta a varare una legge di bilancio che non affronterà le vere questioni sociali, privilegiando la propaganda e le iniziative contro i migranti e i poveri. 

Sabato sera si è tenuto un dibattito con Luigi De Magistris ed altre esperienze civiche e amministrative. Il sindaco di Napoli ha scelto il nostro festival per annunciare la decisione di lavorare alla costruzione di una lista verso le elezioni europee della prossima primavera. Un progetto che sia frutto delle migliori energie che si attivano quotidianamente nelle lotte sociali e nelle esperienze di governo dei territori. Con una scommessa: restituire verso e oltre le europee una possibilità di uscita collettiva dai problemi individuali, cambiando l'Europa delle oligarchie economico-finanziarie e combattendo al contempo quella immaginata dalle destre di Orban e Salvini. 
In un tempo dove le passioni dominanti sono la paura e il risentimento, provare ad invertire la rotta opponendo una pratica e una proposta radicale, differente e inclusiva, è un atto importante e da sostenere attivamente. 

Concludiamo queste giornate con la convinzione che la battaglia per un mondo più giusto sia sempre più necessaria, ma che vada affrontata con strumenti nuovi, rompendo con vecchie liturgie e linguaggi propri del vecchio mondo. 

Nelle prossime settimane continueremo online e fisicamente a sviluppare le idee e gli strumenti discussi nel festival, preparandoci ad un grande arrembaggio per fare spazio a ciò che si oppone alle ingiustizie e alla guerra tra poveri e costruendo il cambiamento sociale e politico per una vita degna. 
Il vascello aspetta tutte e tutti coloro che vogliono dedicare anche soltanto una piccola parte delle proprie giornate alla irrimandabile sfida che abbiamo deciso di lanciare. 
È tempo di salpare! 

Un sincero ringraziamento all'Angelo Mai, alla loro pazienza, disponibilità e complicità. Si dovrebbero moltiplicare spazi come questi, perché portano qui ed ora un pezzetto del futuro che dobbiamo conquistare, per la felicità di tutte e tutti.

Torna in alto

Categorie corsare

Rubriche corsare

Dai territori

Corsaro social

Archivio

Chi siamo

Il Corsaro.info è un sito indipendente di informazione alternativa e di movimento.

Ilcorsaro.info