Menu

Correre verso il basso, mutualismo e cultura a Pomigliano d’Arco con Toni Servillo

Correre verso il basso, mutualismo e cultura a Pomigliano d’Arco con Toni Servillo

Pino Ferraris ci ha insegnato a “praticare l’obiettivo” è questo quello che ci restituisce Pomigliano d’Arco una città della provincia di Napoli famosa alle cronache nazionali perché ospita lo stabilimento FCA (ex FIAT) da oltre 43 anni. Da qui è partita la sfida lanciata da Libera Campania e Fiom Napoli e Campania insieme alla Parrocchia di S. Felice in Princis per sostenere i lavoratori in cassa integrazione, precari, disoccupati e inoccupati attraverso un fondo sociale costruito attraverso la solidarietà. Un progetto di mutualismo e partecipazione in cui i beneficiari del sostegno di reddito indiretto (pagamento utenze, contributo una tantum sull’affitto, per le visite mediche) metteranno a disposizione della comunità le proprie competenze e saperi in uno scambio circolare di solidarietà e collaborazione. un progetto utile per far uscire dall’isolamento gli operai, ricostruire legami collettivi di solidarietà, contrastrare le mafie e la corruzione per costruire un nuovo modello di sviluppo.

Per praticare l’obiettivo Libera, Fiom e Parrocchia si sono dotati di un progetto unico chiamato Legami di solidarietà. La risposta immediata è arrivata dai lavoatori, poi sono arrivati i primi contributi di parlamentari e singoli cittadini. Alla presentazione del progetto, lo scorso 7 ottobre, fu il Segretario Generale dei metalmeccanici a sottolineare l’importanza di ricostruire legami nei luoghi di lavoro e nella società per ricostruire comunità e partecipazione. Proprio mentre le tute blu si apprestano ad aprire una straordinaria mobilitazione per il rinnovo del contratto collettivo nazionale, uno degli strumenti fondamentali per contrastare la povertà e arginare la crisi riconquistando ed estendendo diritti il progetto del territorio nolano-pomiglianese è entrato nel vivo con lo spettacolo teatrale dello scorso 31 ottobre con il premio Oscar Toni Servillo. Una serata di partecipazione collettiva, che ha fatto registrare il tutto esaurito al Cinema Teatro Gloria di Pomigliano d’Arco. La cultura che ritorna all’impegno civile e grazie alla disponibilità dell’attore Partenopeo. Servillo ha dato vita a una performance straordinaria un’ora e mezza intensa di catarsi dentro la poesia napoletana antica e contemporanea. Su un palco adornato di solo una sedia, il suo corpo e la sua voce hanno dato forma alla moltitudine di anime che hanno alimentato la fantasia di alcuni dei massimi esponenti della letteratura e del teatro in lingua napoletana. Un viaggio tra le letture di Enzo Moscato, Maurizio De Giovanni, Giuseppe Montesano, Mimmo Borrelli, Raffaele Viviani, Michele Sovente, Antonio De Curtis (Totò), Alfonso Mangione partito idealmente dal Paradiso fino ad arrivare all’Inferno per chiudere con un poemetto di Raffaele Viviani, dedicato ad Acerra: ”Primitivamente”per sottolineare che “l’iniziativa promossa da Legami di solidarietà è importante per il territorio” come detto dallo stesso attore.

una promessa mantenuta, cosa non scontata di questi tempi, avuta dopo una breve conversazione in treno con Giuseppe De Marzo responsabile nazionale della campagna di Libera contro la povertà, Miseria Ladra. Oltre 500 le persone ieri presenti al teatropomiglianese. Il ricavato dello spettacolo è stato devoluto a Legami di solidarietà che ha aperto un fondo sociale per sostenere lavoratori in cassa integrazione, precari, disoccupati, inoccupati dell’area Pomigliano-Nola.

“È l’impegno che si trasforma in azione, che prende la forma del riscatto e della voglia di cambiare l’esistente,  di farsi  collettivo”  dicono  gli  organizzatori  “vogliamo  ringraziare Toni  Servillo  per  la disponibilità, per l’impegno, per questo regalo meraviglioso”. Un nuovo riscatto operaio, un nuovo impegno contro le mafie e la corruzione, un farsi comunità attraverso la solidarietà.

All’attore sono state consegnate, al termine della serata, una targa di ringraziamento da parte dell’associazione Legami di Solidarietà e la bandiera di Libera.

Torna in alto

Categorie corsare

Rubriche corsare

Dai territori

Corsaro social

Archivio

Chi siamo

Il Corsaro.info è un sito indipendente di informazione alternativa e di movimento.

Ilcorsaro.info