Menu

Barletta: studente di sedici anni aggredito da neofascisti

Barletta: studente di sedici anni aggredito da neofascisti

Nella giornata di ieri, in concomitanza con le mobilitazioni studentesche che hanno attraversato centinaia di città italiane, uno studente sedicenne di Barletta è stato aggredito da venti militanti di organizzazioni di stampo neofascista. 

Siamo giunti a conoscenza dell’ennesima vile aggressione di stampo fascista perpetrata ai danni di uno studente.” -dichiara Danilo Lampis, coordinatore nazionale dell’Unione degli Studenti.- “Questa volta è successo a Barletta a seguito della mobilitazione studentesca promossa dalla Rete della Conoscenza. I fascisti, che incredibilmente avevano ricevuto una regolare autorizzazione per svolgere un corteo dietro quello dell’Unione degli Studenti, già durante lo stesso non hanno mancato di minacce verbali e provocazioni a quanti esprimessero opposizione alle loro posizioni. È inaccettabile che con la retorica della democrazia e della libertà di espressione gli enti locali di fatto avallino e legittimino azioni violente e discriminatorie ai danni di chi, in questo caso nel pieno rispetto dei veri valori democratici, si espone politicamente!”

 

Esprimiamo vicinanza e solidarietà e rivogliamo auguri di pronta guarigione allo studente aggredito -continua Lampis- Come Unione degli Studenti ci vediamo costretti a ricordare agli enti locali e alle istituzioni di svolgere un ruolo cruciale e di rispondere a precise responsabilità politiche! Pertanto, pretendiamo un’immediata e forte presa di posizione che neghi in futuro a chi si fa promotore di ideologie violente e discriminatorie di avere agibilità politica nelle scuole, nelle università e nei territori!”

“A livello nazionale è già partita una fotopetizione promossa dagli studenti toccati in prima persona da quanto accaduto. Siamo pronti a mobilitarci con cortei e iniziative studentesche!” -conclude la nota dell’UdS- “Ci auspichiamo che in queste occasioni si pongano i presupposti per un reale protagonismo del mondo dell’associazionismo, della politica e della cittadinanza tutta nella lotta alle discriminazioni e alla violenza di matrice neofascista.”

Carmine Doronzo, consigliere comunale della sinistra per Barletta scrive: "Accerchiare un ragazzo di 16 anni, solo e indifeso, e massacrarlo di botte perché vestito in modo diverso da loro, oppure perché aveva appena preso parte a una manifestazione studentesca pacifica e colorata o, semplicemente, perché orgogliosamente antifascista, come insegna la nostra Costituzione. Erano in 20 contro 1 e dicevano di essere fascisti. Speravamo non dovesse succedere, ma è successo, proprio qui a Barletta. D'ora in poi nulla sarà come prima. Tutti dovranno sapere e nessuno potrà più restare indifferente!"

Torna in alto

Categorie corsare

Rubriche corsare

Dai territori

Corsaro social

Archivio

Chi siamo

Il Corsaro.info è un sito indipendente di informazione alternativa e di movimento.

Ilcorsaro.info